La Macroregione

La Macroregione del Sud sarà costituita dall’unione delle Regioni che dal punto di vista geografico riuniscono territori che hanno radici storiche e culturali comuni: il periodo di maggiore splendore lo ottennero durante il Regno dei Borbone (Regno delle Due Sicilie)

Questa visione del Paese dal punto di vista economico rappresenta un vero e proprio motore produttivo del Paese: infatti, questa soluzione può essere tranquillamente esportata ed utilizzata su tutto il territorio nazionale.

Possiamo affermare con moderato ottimismo che questa è, a Nostro avviso, la soluzione politica, o meglio, è lo strumento attraverso il quale si può finalmente dare soluzione all’annosa Questione Meridionale.

L’obiettivo della Macroregione è quello di mantenere sui territori  l’80 % delle risorse prodotte, in modo da poter garantire una maggiori quantità di servizi ai cittadini e alle imprese , migliorandone anche la qualità,  consentendo in tal modo  ai Comuni di rispondere in maniera incisiva alle esigenze del territorio, consentendo alle singole Regioni di attuare politiche condivise,  perfezionando ciò che di buono è stato fino ad oggi realizzato .

Generando risorse, che consentiranno di fatto di ridurre la pressione fiscale, meccanismo indispensabile per creare nuove opportunità di lavoro, nuove speranze per i giovani e le generazioni future saranno più auspicabili.

Quindi, l’obiettivo della Macroregione, è quello di dare risposte e porre al centro dell’azione politica e di governo i nostri giovani, i nostri anziani, le nostre famiglie e le nostre imprese.

Le  Regioni “campione“ coinvolte  per prime in questo progetto – Campania, Puglia, Calabria, e Sicilia  – insieme formano  una importante macroarea:  sia dal punto di vista culturale, sociale, economico e produttivo.

Ognuna di esse, ovviamente, ha caratteristiche e peculiarità specifiche ma simili, sia per morfologia che per sistema socio- economico: ma, insieme, costituisce  quella forza economica e politica che potrà negoziare con lo Stato Centrale maggiori risorse e maggiori competenze ed  in sostanza più autonomia.

Come spesso precisato, la Macroregione non è un contenitore  “chiuso” e fine a se stesso, anzi,  esso è  aperto alla collaborazione con  altre Regioni su temi specifici e iniziative comuni, finalizzate alla realizzazione di sviluppo e opportunità di lavoro e di scambio.

Facebook

Servizi